quinta-feira, 30 de julho de 2015

Team event dietro i grandi Kazan 2015


Ai piedi del podio dietro ai grandi. Non c'è da recriminare perché il quarto posto questa volta non rappresenta una medaglia mancata, ma un piazzamento prestigioso. Il capitano Simone Ercoli, Federico Vanelli e Rachele Bruni coprono il team event di nuoto in acque libere sulla distanza dei 5 chilometri in 55'49"4, mettendosi alle spalle persino Stati Uniti ed Australia.
Il podio è lontano 18"2 anche se ad un certo punto sono affiorate delle speranze alimentate da 10 lunghissimi minuti di attesa del risultato del Brasile - partito 21esimo su 22 nazioni iscritte con un intervallo di 30 secondi - che non appariva sul tabellone luminoso posto all'arrivo. In realtà, si è saputo dopo, che le lungaggini non erano dovute a guasti elettronici o a irregolarità, ma all'ex aequo con l'Olanda per l'argento in 55'31"2.
Si confermano campioni del mondo i tedeschi in 55'14"4, al terzo podio iridato consecutivo dopo il bronzo di Shanghai 2011, manifestazione in cui è stata nuotata per la prima volta la specialità nella rassegna mondiale. Ancora campioni Isabelle Härle e Christian Reichert con Rob Muffels a sostituire Thomas Lurz, ritiratosi dopo due medaglie olimpiche e 17 mondiali.
"Chiudo il campionato mondiali come quattro anni fa, quando sono arrivata quarta nel team event e nella 5 chilometri, ma con la soddisfazione della qualificazione olimpica nella 10 chilometri", racconta Bruni, fiorentina che compirà 25 anni il prossimo 4 novembre, tesserata per l'Esercito ed allenata da Fabrizio Antonelli. "Sapevamo che era difficile conquistare la medaglia; la confusione nel finale ha alimentato vane speranze, ma in realtà eravamo più lontani del Brasile di quanto ci aspettavamo", conclude l'azzurra che faceva parte anche del terzetto quinto a Barcellona 2013, che in carriera ha conquistato sei ori e due argenti tra campionati europei di specialità e generali e che guida la coppa del mondo sui 10 chilometri. "La mia stagione non è finita; voglio mantenere il primato in coppa del mondo prima di cominciare a preparare le Olimpiadi".
Anche Ercoli ci ha sperato, malgrado 15 anni di nazionale alle spalle e l'esperienza che suggeriva prudenza. "Sapevo che eravamo in ritardo rispetto al Brasile. Ma il tempo passava, il risultato non arrivava e noi campeggiavamo sempre al terzo posto della classifica generale sul tabellone elettronico. A un certo punto ci ho sperato - continua il 36enne di Castelfiorentino, tesserato per Fiamme Oro Napoli e TNT Empoli ed allenato da Giovanni Pistelli - Forse siamo partiti troppo lenti, un po' mosci; avremmo potuto ottenere un tempo migliore ma comunque non sarebbe bastato per conquistare la medaglia. Siamo stati bravi. Penso che il quarto posto fosse il miglior risultato possibile", conclude il capitano azzurro, vincitore in carriera di tre medaglie mondiali ed europee individuali e col team event campione d'Europa a Piombino 2012 ed Eilat 2011 e vice campione a Balaton 2010.
Soddisfatto pure Vanelli che chiude il campionato mondiale con "l'orgoglio per la qualificazione alle Olimpiadi insieme a Simone Ruffini" e la consapevolezza "di aver dato il massimo sia nella prova individuale sia nel team event". "Abbiamo provato ad aiutare Rachele in ogni momento della gara - sottolinea il 24enne lodigiano di Zelo Buon Persico; tesserato per Fiamme Oro Napoli e CC Aniene ed allenato da Emanuele Sacchi - Non è bastato per andare oltre il quarto posto, ma non c'è rammarico, anzi soddisfazione per il risultato".

Podio del team event sul fiume Kazanka

1. Germania 55'14"4
Christian Reichert 55'10"9
Rob Muffels 55'12"1
Isabella Franziska Harle 55'14"4

2. Brasile 55'31"2
Diogo Villarinho 55'29"5
Ana Marcela Cunha 55'31"2
Allan Do Carmo 55'31"2
2. Olanda 55'31"2
Marcel Schouten 55'30"8
Sharon van Rouwendaal 55'31"2
Ferry Weertman 55'31"2
4. Italia 55'49"4
Simone Ercoli 55'46"9
Federico Vanelli 55'47"7
Rachele Bruni 55'49"
Precedenti edizioni
Barcellona 2013
1. Germania 52'54"9
Isabelle Härle, Thomas Lurz, Christian Reichert
2. Grecia Grecia 54'03"3
Kalliopi Araouzou, Spyridon Gianniotis, Antonios Fokaidis
3. Brasile 54'03"5
Poliana Okimoto, Allan do Carmo, Samuel de Bona
5. Italia 54'34"0
Simone Ercoli, Luca Ferretti, Rachele Bruni
Shanghai 2011
1. Stati Uniti 57'00"6
Andrew Gemmell, Ashley Twichell, Sean Ryan
2. Australia 57'01"8
Melissa Gorman, Ky Hurst, Rhys Mainstone
3. Germania 57'44"2
Isabelle Haerle, Thomas Lurz, Jan Wolfgarten
4. Italia 58'00"5
Luca Ferretti, Nicola Bolzonello, Rachele Bruni
foto deepbluemedia.eu





O QUE ACONTECE DE NOTÍCIA NO MUNDO DOS ESPORTES AQUÁTICOS VOCÊ LÊ PRIMEIRO AQUI - BLOG FRANCISSWIM 320.000 VISUALIZAÇÕES / MÊS NA WEB

http://www.kickante.com.br/campanhas/blog-francisswim-esportes-aquaticos




















Nenhum comentário: