quinta-feira, 28 de maio de 2015

II Trofeo Castagnetti Giovani a Verona BY FEDERNUOTO


La 2^ edizione del Trofeo Castagnetti si svolgerà presso il Centro Federale di Verona l'1 e 2 giugno. La manifestazione nazionale sarà riservata alle categorie Esordienti B, A e Ragazzi, in vasca da 50 metri con un programma gare nuovo per ricordare l'indimenticabile Maestro del Nuoto Italiano e internazionale. Si tratta della seconda edizione, che segue quella del 2013 (in vasca da 25), ma la prima ufficialmente inserita nel calendario nazionale della Federnuoto; per far fronte alle numerose iscrizioni – oltre 700 atleti per 2.184 presenze gara -l’evento si terrà nella vasca da 50 metri scoperta, 10 corsie, che offre una capienza adeguata all’importanza dell’avvenimento. Un momento particolarmente significativo avrà luogo martedì 2 giugno alle ore 15.00 circa, prima delle finali del pomeriggio, quando alcuni campioni ricorderanno il “maestro” Alberto Castagnetti. Hanno assicurato la loro presenza: Massimiliano Rosolino, Domenico Fioravanti, Giorgio Lamberti, Emiliano Brembilla, Emanuele Armellini, Marco Colombo; in rappresentanza femminile: Roberta Felotti e Ilaria Tocchini. Nomi che hanno fatto la storia del nuoto italiano con i loro successi in campo internazionale e che devono molto all’ex C.T. della Nazionale. Federica Pellegrini e Filippo Magnini, impegnati all’estero per un collegiale in altura in preparazione ai campionati mondiali di Kazan (Russia), manderanno un loro personale messaggio.
Questa mattina la presentazione alla stampa presso il comune di Verona, con l’assessore Antonio Lella che ha fatto gli onori di casa nella prestigiosa sala Arazzi. Sopno intervenuti il presidente del Comitato Regionale della Federnuoto, Roberto Cognonato, che ha aggiornato le presenze – 750 atleti per oltre 2.200 presenze gara- e ha sottolineato il significato dell’evento che va al di là dell’aspetto agonistico; hanno poi parlato Federico Sboarina, fiduciario Coni per Verona, che ha ricordato la personale amicizia con Castagnetti; Silvio Cametti, presidente della Fondazione Bentegodi che schiera ben 60 nuotatori in vasca; Emiliano Brembilla che ha ricordato il suo ex allenatore Castagnetti; Emanuele Armellini dello SPorting Club Arbizzano ex campione di nuoto; Isabella Sollazzi Castagnetti ha evidenziato, fra l’altro, come il marito seguiva i giovani atleti nei quali vedeva i futuri campioni. Infine il Direttore del Centro Federale Alberto Nuvolari ha sottolineato come è motivo di grande soddisfazione il fatto che il Trofeo Castagnetti sia stato inserito nel calendario ufficiale della federazione anche per i prossimi anni; le adesioni sono andate al di là di ogni più rosea previsione e l’impianto di via Galliano è pronto ad accogliere le società partecipanti ed i loro atleti. 
Nella stessa conferenza è stato presentato anche “Aquatour VenetOne” , un vero e proprio tour in quaranta piscine del Veneto per solidarietà a favore della Lega Fibrosi Cistica di Verona. Ha spiegato l’iniziativa Cinzia Rampazzo, già azzurra di nuoto e attualmente assessore allo sport del Comune di Padova, presidente dell’associazione Smile fon Onlus. La partenza del tour è fissata per mercoledì 3 giugno alle ore 10.00 dal centro federale dove tutti potranno nuotare anche nei giorni successivi e donare un contributo a favore della Lega Fibrosi Cistica di Verona per la quale è intervenuto il presidente Eugenio Bertolotti in compagnia di Fabiana Spagnol, testimonial dell’evento. Era presente anche Bellero, vicepresidente del Team di ISola della Scala, anch’esso teatro di solidarietà natatoria.
CHI E' ALBERTO CASTAGNETTI

Alberto Castagnetti nasce a Verona il 3 febbraio 1943.
Da atleta partecipa ai Giochi Olimpici di Monaco 1972 e ai Mondiali di Belgrado 1973, inoltre conquista numerosi titoli italiani con le staffette e si piazza secondo nei 100 stile libero ai Campionati Assoluti di Napoli nel 1969.
Commissario tecnico della Nazionale Italiana di Nuoto ininterrottamente dal 1987, ha allenato nel passato campioni del calibro di Giorgio Lamberti, Roberto Gleria, Marcello Guarducci e Domenico Fioravanti.
Grazie alla sua conduzione l’Italia del Nuoto ha arricchito il medagliere olimpico con 4 ori, 2 argenti e 7 bronzi, diventando così una delle più rilevanti potenze mondiali.
Nel quadriennio che ci ha portato alle Olimpiadi di Pechino è cresciuta la striscia di risultati importanti sotto la sua direzione tecnica: dal primo storico oro olimpico al femminile di Federica Pellegrini nei 200 stile libero al doppio titolo mondiale di Filippo Magnini nei 100 stile libero, dai record mondiali della Pellegrini nei 200 e 400 stile libero, al primo oro europeo donne a Budapest 2006 nei 400 misti di Alessia Filippi, alle 60 medaglie internazionali (4 alle Olimpiadi, 5 ai Mondiali, 10 ai Mondiali in vasca corta, 21 agli Europei e 20 agli Europei in vasca corta) di Massimiliano Rosolino, al prestigioso primato continentale della 4x200 stile libero femminile.
Il post Giochi Olimpici 2008 è ripartito con ulteriori grandi soddisfazioni per Castagnetti, il CT più vincente del nuoto italiano. Il 2009, l'anno del Mondiale di Roma, si arricchisce del doppio oro con record del mondo di Federica Pellegrini nei 200 e 400 stile libero, dell'oro nei 1500 e bronzo negli 800 stile libero di Alessia Filippi.



O QUE ACONTECE DE NOTÍCIA NO MUNDO DOS ESPORTES AQUÁTICOS VOCÊ LÊ PRIMEIRO AQUI - BLOG FRANCISSWIM 320.000 VISUALIZAÇÕES / MÊS NA WEB














Nenhum comentário: