sábado, 13 de junho de 2015

Tania e Francesca 7 volte Regine d'Europa by Federnuoto


Alla Naptun di Rostock Tania Cagnotto e Francesca Dallapè sono campionesse per la settima volta consecutiva. Vincono la finale del trampolino da tre metri sincro con 313.08 punti. Sette ori su sette, dal 2009 ad oggi ai campionati europei di tuffi! Questa mattina nei preliminari erano prime con 291.20. Il loro punteggio record è 329.60 con il quale hanno vinto la medaglia d’argento ai campionati del mondo del 2009 a Roma. Tania Cagnotto, 30 anni compiuti il 15 maggio, allenata da papà Giorgio e da Oscar Bertone, ha cominciato a tuffarsi quando aveva quattro anni. E’ tesserata con Fiamme Gialle e Bolzano ed è in Nazionale maggiore dal 2000 con gli Europei di Helsinki e i Giochi Olimpici di Sydney. Francesca Dallapè, 29 anni da compiere il 24 giugno, allenata da Giuliana Aor, ha iniziato a tuffarsi un po’ più tardi, a sei anni. E’ tesserata con Esercito e Buonconsiglio ed è in Nazionale maggiore dal 2005, anno in cui si è classificata quinta dai tre metri sincronizzati ai mondiali di Montreal insieme a Noemi Batki. Tania e Francesca saltano insieme dal 2009 e da allora hanno vinto 7 ori europei e 2 argenti mondiali (Roma 2009 e Barcellona 2013), ai quali si aggiunge il quarto posto olimpico di Londra 2012.
I COMMENTI. Tania Cagnotto. “Sono contentissima. Non è stata una gara facile e abbiamo fatto bei salti. Avevamo un po’ di emozione e tensione prima di triplo e mezzo avanti. Adesso siamo contente. E’ stato decisivo l’errore delle russe anche se io non l’ho visto perché ero concentrata sui miei movimenti. Alla fine il doppio e mezzo ritornato che ci dà sicurezza. Siamo contente anche per il punteggio: 313 non è male”. “Ogni medaglia d'oro è diversa e importante – prosegue Tania - e anche fisicamente stiamo bene. Ora dal fisio perché domenica c'è la gara più importante di Rostock, i tre metri individuali. Le possibilità di vincere la gara sono stesse di ieri e oggi. La Bazhina è in forma ed io devo fare bei salti”.
Francesca Dallapè. “Se dieci anni fa, quando ho cominciato con la Nazionale maggiore, mi avessero detto che avrei vinto per sette volte di fila gli europei, non ci avrei creduto. Sono felicissima”. “La ricerca della conferma – continua Francesca – diventa sempre più difficile e stimolante. Anche se gli anni aumentano non vuoi mollare mai il tuo posto. E’ stata una bella gara, anche se l’avvitamento non ci è piaciuto molto. In gara non ci parliamo ma ci capiamo al volo e ci siamo corrette subito al tuffo successivo. Era un po’ che non si faceva una gara con questa pressione in Europa e questo ci ha fatto bene. Siamo ancora più collaudate. Un motivo in più per non mollare. E ora al massimo nei tre metri di domenica”.
Il Giorgio Cagnotto si coccola le azzurre. “Gara dura, tesa, dove non era tutto così scontato. Ci aspettavamo di più dalle ucraine. Siamo soddisfatti perché l’inserimento del triplo e mezzo avanti ci paga di più e si è rivelato più sincro dell’altro, il doppio e mezzo indietro. Hanno aumentato la regolarità e questo ci da forza pensando a Kazan, dove vogliamo salire sul podio e qualificarci per le olimpiadi di Rio de Janeiro”.
FINALE 3 METRI SINCRO. Italia, Germania e Ucraina si ritrovano a distanza di 10 mesi, un’altra volta agli Europei. Da Berlino e Rostock. Azzurre finora imbattute. Le altre sempre più agguerrite. I due obbligatori portano i punti giusti (103.80) e le tre coppie sono vicine. Nel tuffo di mezzo, il doppio e mezzo avanti con un avvitamento, ricevono 66.60 e rimangono a cinque punti da Bazhina e Ilinykh che nel doppio e mezzo indietro carpiato ottengono 72. La differenza sta nella testa e nel cuore; testa fredda e cuore caldo. Nadezhda e Kristina sono imperfette nel doppio e mezzo avanti con un avvitamento (63) mentre Tania e Francesca sicure nel triplo e mezzo avanti (70.68) che le proietta a 241.08 e davanti di tre punti. Chiusura tra gli applausi, meritatissimi, per le azzurre Regine d’Europa. Ultimo salto da 72 punti (ma c’è anche chi ha dato un 6.5) e settima vittoria consecutiva.
Tania Cagnotto-Francesca Dallapè 313.08
201B ordinario indietro carpiato 53.40
301B tuffo rovesciato carpiato 50.40
5152B doppio e mezzo avanti con un avvitamento carpiato 66.60
107B triplo e mezzo avanti carpiato 70.68
405B doppio e mezzo ritornato carpiato 72.00
Il podio
1. Cagnotto-Dallapè (Ita) 313.08
2. Punzel-Subschinski (Ger) 302.70
3. Bazhina-Ilinykh (Rus) 298.50
I 7 TITOLI EUROPEI DI TANIA E FRANCESCA DAI 3 SINCRO
Torino 2009 (317.40)
Budapest 2010 (327.80)
Torino 2011 (320.40)
Eindhoven 2012 (325.50)
Rostock 2013 (324.40)
Berlino 2014 (328.50)
Rostock 2015 (313.08)

Foto di G.Perrottino/Deepbluemedia.eu



 O QUE ACONTECE DE NOTÍCIA NO MUNDO DOS ESPORTES AQUÁTICOS VOCÊ LÊ PRIMEIRO AQUI - BLOG FRANCISSWIM 320.000 VISUALIZAÇÕES / MÊS NA WEB














Nenhum comentário: