domingo, 28 de junho de 2015

World League Serbia wins the trophy


Serbia beats Croatia 9-6 and wins the World League for the third consecutive time, bringing the trophy at home. The FINA rules establish that the cup remains to the nation which won for three times consecutively.
Serbia, the first team qualified for the Olympics in Rio de Janeiro, is at seventh successful, the ninth if considered the triumphs as Serbia & Montenegro in 14 editions.
Under 3-1, 4-2, 5-3, Serbia took the lead with a break for 5-0 and the goals by Prainovic (4-5) on penalty and on action (8-5), Mandic by 5 meters (5-5), Jaksic (6-5) and Cuk (7-5) in extraplayer.
In the final for third place arrives the historic bronze medal of the Brazil that beats the United States 24-23 after an endless series of penalties. Decisive the error of Azevedo at the nineteenth penalty (saved by Bezerra) and the goal of Crivella. The regular time is closed on 10-10. Fast start by States that close on 6-2 the second half. Then try to administer the advantage, but Brazil goes three times on -2 and reaches the 10-10 with goals by Vrlic and Bernardo Gomes in the last two minutes. Best scorers of the match are Bernardo Gomes and Azevedo with four goals.
La Serbia batte la Croazia 9-6 e vince la World League per la terza volta consecutiva, portandosi il trofeo a casa. Il regolamento della FINA determina che la coppa resti in possesso della nazionale che l'abbia vinta per tre volte consecutivamente.
Per la Serbia, che diventa la prima squadra qualificata alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, si tratta del settimo succcesso, il nono se consideriamo i trionfi come Serbia&Montenegro in 14 edizioni.
Sotto 3-1, 4-2, 5-3, la Serbia passa in vantaggio con un break di 5-0 e i gol di Prainovic (4-5) su rigore e su azione (8-5), Mandic dai 5 metri (5-5), Jaksic (6-5) e Cuk (7-5) in superiorità numerica.
Nella finale per il terzo posto arriva la storica medaglia di bronzo per il Brasile che batte gli Stati Uniti per 24-23 dopo una interminabile serie di rigori. Decisivo l'errore di Azevedo al diciannovesimo rigore, parato dal portiere Bezerra, e il gol di Crivella. I tempi regolamentari si erano chiusi sul 10-10. Partenza veloce degli States che chiudono sul 6-2 il secondo tempo; poi si limitano ad amministrare il vantaggio così il Brasile torna tre volte sul -2 e raggiunge il pareggio segnando negli ultimi due minuti con Vrlic e Bernardo Gomes, autore di quattro gol come Azevedo.
World League podiums
2002 Patras
1. Russia, 2. Spain, 3. Hungary
2003 New York
1. Hungary, 2. Italy, 3. USA
2004 Long Beach
1. Hungary, 2. Serbia&Montenegro, 3. Greece
2005 Belgrade
1. Serbia&Montenegro, 2. Hungary, 3. Germany
2006 Athens
1. Serbia&Montenegro, 2. Spain, 3. Greece
2007 Berlin
1.
Serbia, 2. Hungary, 3. Australia
2008 Genoa
1. Serbia, 2. USA, 3. Australia
2009 Podgorica
1. Montenegro, 2. Croatia, 3. Serbia
2010 Nis
1. Serbia, 2. Montenegro, 3. Croatia
2011 Florence
1. Serbia, 2. Italy, 3. Croatia
2012 Almaty
1. Croatia, 2. Spain, 3. Italy
2013 Chelyabinsk
1. Serbia, 2. Hungary 3. Montenegro
2014 Dubai
1. Serbia, 2. Hungary, 3. Montenegro
2015 Bergamo
1. Serbia, 2. Croatia, 3. Brazil

Albo d'oro

2002 Patrasso
1. Russia, 2. Spagna, 3. Ungheria
Italia eliminata nel girone di qualificazione
2003 New York
1. Ungheria, 2. Italia, 3. USA
2004 Long Beach
1. Ungheria, 2. Serbia&Montenegro, 3. Grecia
Italia quarta, battuta in finale per il 3° posto dalla Grecia per 12-9
2005 Belgrado
1. Serbia&Montenegro, 2. Ungheria, 3. Germania
Italia eliminata nei gironi di semifinale
2006 Atene
1. Serbia&Montenegro, 2. Spagna, 3. Grecia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2007 Berlino
1. Serbia, 2. Ungheria, 3. Australia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2008 Genova
1. Serbia, 2. USA, 3. Australia
Italia settima, battuta la Grecia nella finale 7°-8° posto per 11-7
2009 Podgorica
1. Montenegro, 2. Croazia, 3. Serbia
Italia quinta, battuta l'Australia nella finale 5°-6° posto per 11-10
2010 Nis
1. Serbia, 2. Montenegro, 3. Croazia
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2011 Firenze
1. Serbia, 2. Italia, 3. Croazia
2012 Almaty
1. Croazia, 2. Spagna, 3. Italia.
2013 Chelyabinsk
1. Serbia, 2. Ungheria 3. Montenegro
2014 Dubai
1. Serbia, 2. Ungheria, 3. Montenegro
Italia eliminata nei gironi di qualificazione
2015 Bergamo
1. Serbia, 2. Croazia, 3. Brasile
Italia settima, battuta la Cina nella finale 7°-8° posto per 16-9



O QUE ACONTECE DE NOTÍCIA NO MUNDO DOS ESPORTES AQUÁTICOS VOCÊ LÊ PRIMEIRO AQUI - BLOG FRANCISSWIM 320.000 VISUALIZAÇÕES / MÊS NA WEB
























Nenhum comentário: