sexta-feira, 12 de junho de 2015

Settecolli Clear La piscina dei Record by Federnuoto


Elena Gemo (Forestale / CC Aniene) stabilisce il record italiano nei 50 dorso in 28"07 nella finale A di apertura della 52esima edizione del trofeo Settecolli Clear / Internazionali di nuoto in svolgimento a Roma.
La 28enne padovana, romana di adozione, allenata da Mirko Nozzolilo, migliora il 28"27 che aveva nuotato il 29 luglio 2009 ai campionati mondiali di Roma, nella stessa vasca, col costume "gommato". Il precedente record del trofeo Settecolli resisteva dall'edizione del 2008 ed era detenuto dall'australiana Emily Seebohm in 28"31.
Il suo miglior tempo in tessuto era il 28"44 timbrato nelle semifinale ai campionati europei di Berlino il 22 agosto scorso.
La migliore prestazione italiana in tessuto era il 28"30 nuotato tre volte da Arianna Barbieri tra i campionati europei di Debrecen 2012 e Berlino.
Il tempo di Elena Gemo è al di sotto del limite A di 28"1 richiesto dalla Federnuoto per la qualificazione ai prossimi campionati mondiali di Kazan in occasione dei campionati assoluti primaverili Unipol di Riccione dell'aprile scorso. Peraltro si tratta dell'ottava prestazione mondiale stagionale, nonché terza europa.
Record europeo della 21enne svedese Sarah Sjoestroem nei 100 farfalla in 56"04, a 6 centesimi dal mondiale dell'olimpionica statunitense Dana Vollmer, autrice di 55"98 il 29 luglio 2012 ai Giochi di Londra. Il precedente primato europeo di 56"06 era stato nuotato proprio dalla svedese ai campionati mondiali di Roma 2009 per la medaglia d'oro conquistata il 27 luglio, ovviamente col costume gommato. La prestazione di Sjoestroem, campionessa mondiale anche a Barcellona 2013, è la migliore stagionale e ovviamente si tratta anche record dei campionati che aveva già portato nell'edizione del 2014 sul 56"50.
Record della manifestazione pure per il 24enne francese olimpionico Florent Manaudou nei 50 stile libero col tempo di 21"64, a sette centesimi dal miglior tempo mondiale stagionale che ha nuotato ai campionati francesi di Limoges e 16 centesimi in meno di quanto aveva nuotato nell'edizione del 2013 per l'ormai vecchio primato del Settecolli. Ai Giochi di Londra si è imposto in 21"34 mentre recentemente, ai Mondiali in vasca corta di Doha del dicembre scorso, ha vinto in 20"26 alla velocità di 8,8 Km/h diventando l'uomo più veloce della storia del nuoto. 
fotografia deepbluemedia.eu




O QUE ACONTECE DE NOTÍCIA NO MUNDO DOS ESPORTES AQUÁTICOS VOCÊ LÊ PRIMEIRO AQUI - BLOG FRANCISSWIM 320.000 VISUALIZAÇÕES / MÊS NA WEB














Nenhum comentário: