quarta-feira, 10 de junho de 2015

52° Settecolli Clear La presentazione


Conferenza stampa di presentazione del 52esimo Trofeo Settecolli Clear / Internazionali di Nuoto questa mattina al Circolo del Tennis del Foro Italico. La rassegna, in programma allo Stadio del Nuoto da venerdì 12 a domenica 14 giugno, sarà arricchita dal primo Fina Test Event del sincronizzato misto e da un quadrangolare di pallanuoto a cui prenderanno parte il Settebello, vice campione olimpico e bronzo europeo, la Croazia, campione olimpico e bronzo mondiale, l’Ungheria, campione del mondo e vice campione europeo, e gli Stati Uniti.
Paolo Barelli, presidente della Federnuoto, ha espresso piena soddisfazione per una rassegna in costante crescita: “Sarà un’edizione all’altezza dei grandi campioni che saranno presenti da venerdì allo Stadio del Nuoto. Il Settecolli è una tappa importante ma come spesso capita di passaggio, perché tutti gli atleti sono proiettati ai mondiali di Kazan; per alcuni di essi – ha spiegato il presidente della Fin - rappresenta l’opportunità, una delle ultime, di strappare il tempo di qualificazione alla rassegna iridata. Il quadrangolare di pallanuoto assume una rilevanza significativa perché, oltre alla partecipazione di quattro eccellenze di questo sport, è l’ultimo test in vista della World League che si disputerà a Bergamo e che metterà in palio il primo pass olimpico. Non meno importante, infine, sarà l’esibizione del duo misto del sincro: specialità emergente e che da quest’anno è inserita nel programma dei mondiali”.
Indicazioni importanti dal Settecolli sono attese da Cesare Butini, ct della nazionale di nuoto: “Ci aspettiamo di dare spettacolo: d’altronde la starting list è di primissimo livello con circa 700 atleti, per 2000 presenze gara, in rappresentanza di 36 Paesi. Per noi si tratta una delle ultime possibilità per completare la selezione che parteciperà ai mondiali di Kazan a fine luglio”.
Protagonista della conferenza stampa anche Alessandro Campagna, commissario tecnico del Settebello, il quale ha sottolineato come abbia voluto lui stesso “un torneo così competitivo per testare la condizione atletica della squadra e per far approcciare al meglio la World League”. “Mi aspetto che ci sia grande pubblico, d’altronde il Settebello - ha proseguito Campagna - richiama sempre il tifo delle grande occasioni e questa squadra, che dal 2010 è sempre arrivata tra le prime quattro in tutte le competizioni internazionali, merita sostegno in ogni circostanza”.
La FINA – Federazione Mondiale – ha introdotto il duo misto di nuoto sincronizzato. Le prime medaglie saranno assegnate proprio a Kazan e l’Italia vi parteciperà con Giorgio Minisini che sarà affiancato da Manila Flamini nel tecnico e da Mariangela Perrupato nel libero. Il Settecolli Clear si propone come test event della manifestazione con le coppie in rappresentanza di Italia, Russia, Turchia e Colombia. Peraltro l’evento di sincronizzato sarà l’occasione per premiare i commissari tecnici che si sono alternati dalla nascita del sincro in Italia, che risale a 40 anni fa: Rumilde Cucchetti, Cathy O'Brien, Stefania Tudini, Laura De Renzis e Patrizia Giallombardo. 40 anni di storia per 23 medaglie europee e il bronzo iridato di Beatrice Adelizzi ai mondiali di Roma 2009. Il tecnico federale Roberta Farinelli è entrata nel deattaglio: “Ringrazio la Fin per aver dato una grossa possibilità a questa nuova disciplina che porteremo ai mondiali in Russia con l’obiettivo di salire sul podio: non nascondiamo le nostre intenzioni. Sarà un test event probante perché ci saranno nazioni forti come Russia, una delle favorite per i mondiali, Turchia e Colombia”.
Il 52esimo Trofeo Settecolli / Internazionali di Nuoto Clear è stato organizzato per il terzo anno consecutivo in partnership con il Coni, rappresentato per l’occasione da Carlo Mornati, vice segretario e responsabile dell’area sport e preparazione olimpica: “Ringrazio la Fin perché anno dopo anno sta riuscendo a valorizzare questa storica manifestazione. Da parte del Coni abbiamo assicurato come di consueto il massimo sostegno perché eventi come questo, piuttosto che gli Internazionali di Tennis e il Sei Nazioni di Rugby, aiutano a valorizzare il Foro Italico e danno una spinta alla candidatura olimpica di Roma 2024”.
Ormai un'unica famiglia, anche quest'anno il Settecolli sarà arricchito dalle prestazioni di atleti paralimpici che daranno vita a due serie dei 100 stile libero nelle sessioni pomeridiane di sabato e domenica. In gara 20 atleti. “Siamo contenti di avere la possibilità grazie alla FIN di competere nel corso di una manifestazione che gode di ampia visibilità internazionale. Parteciperemo con 20 atleti in rappresentanza di un movimento in netta crescita – ha sostenuto il vice presidente della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico Marco Zilia –Teniamo molto a queste opportunità perché servono a promuovere la conoscenza della nostra federazione ed a regalare ai ragazzi emozioni che resteranno indelebili nel prosieguo della loro vita”.
Al termine della conferenza stampa la Federazione Italiana Nuoto ha ottenuto certificazione di qualità in conformità alla norma internazionale ISO 9001. Si tratta della seconda federazione, riconosciuta dal Coni, a raggiungere l’obiettivo dopo la Federazione Italiana Medico Sportiva nel 2011. A suggellare questo importante riconoscimento , è stato l’istituto Certiquality, autorevole organismo al servizio delle imprese e accreditato per la certificazione dei sistemi di gestione aziendale per la qualità. Il direttore generale di Certiquality Umberto Chiminazzo ha consegnato l'attestato al presidente Paolo Barelli e al segretario generale Antonello Panza.

 O QUE ACONTECE DE NOTÍCIA NO MUNDO DOS ESPORTES AQUÁTICOS VOCÊ LÊ PRIMEIRO AQUI - BLOG FRANCISSWIM 320.000 VISUALIZAÇÕES / MÊS NA WEB














Nenhum comentário: